Mostra d’arte a Mantova – VIAGGIO SENTIMENTALE NELLA PITTURA MANTOVANA TRA 800 E 900

con Nessun commento

aba84ef0cef4a7a37a5aa8f29a6d8e98
14 NOVEMBRE – 31 DICEMBRE 201

 

 

La ricca ricognizione sull’arte mantovana tra ‘800 e ‘900 costituisce l’ultima esposizione nelle sale del Centro Einaudi che ha annunciato la sua chiusura al 31 marzo del 2016. E’ l’occasione per i conduttori Giovanna e Alberto per mostrare alla cittadinanza opere di pregio di autori mantovani che si sono distinti nel panorama nazionale, che sono stati oggetto di studio da parte della critica più avveduta e che ancora oggi attivano la nostra sensibilità e la nostra ammirazione. La rassegna inizia con due opere di grande qualità diGEROLAMO TRENTI e di DOMENICO PESENTI e prosegue con un lavoro giovanile di UGO CELADA. ALFONSO MONFARDINI è presente con una piazza Erbe del 1932 mentre due lavori degli anni trenta di UMBERTO MARIO BALDASSARI detto BUM e ARCHIMEDE BRESCIANI DA GAZOLDO svolgono temi legati all’industria: il primo con un paesaggio industriale di stile futurista e il secondo con una veduta del porto di Viareggio. Tre sono i lavori di MARIO LOMINI pensierosi e ricchi di affetti profondi e tre le opere di GIUSEPPE GUINDANI maestro del ritratto e del paesaggio. Non mancano le opere di VINDIZIO NODARI PESENTI amico di Boccioni. Unica presenza femminile TERESITA VINCENZI con una “maternità sognata” del 1942. Raro l’olio di GIULIO FALZONI che rappresenta uno scorcio di Londra, interessanti le nature morte di PARIDE FALCHI e GINO DONATI eFRANCESCO RUBERTI. Folta la schiera chiarista con opere tra il Trenta e il Quaranta: PIO SEMEGHINI, ORESTE MARINI, GIUSEPPE FACCIOTTO ,UMBERTO LILLONI ,GIULIO PERINA, CARLO MALERBA e GIUSEPPE DE LUIGI. E’ un momento magico, la pittura diventa pura emozione e il colore luce profonda. Presenze singolari sono “ Piazza Erbe sotto la neve in una domenica festosa “ di RENZO FERRARINI e le “case sul Po” risolte in chiave metafisica dall’estro e dalla profondità di GIOVANNI BERNARDELLI. Non mancano i contributi dei nostri scultori più importanti ALBANO SEGURI, GIUSEPPE GORNI e AURELIO NORDERA affiancati da un gentile omaggio al ‘900 da parte del giovane ANDREA IORI. Anche gli amanti del disegno troveranno una preziosa sequenza relativa agli appunti grafici di parecchi artisti presenti. Ultima appendice alla mostra: una piccola raccolta di opere dell’Ottocento di pittori di fama come SILVESTRO LEGA, EMILIO LONGONI, ANTONIO AMBROGIO ALCIATI. Per finire con un volto di vecchio a carboncino di LEONARDO BAZZARO e un indimenticabile “nudo di donna” del 1870 circa realizzato con maestria da ANTONIO MANCINI, uno dei protagonisti della mostra al Gam-manzoni sulla”Belle epoque”

 

Tipologia: Mostra documentaria
Data inizio: 14-11-2015
Data fine: 31-12-2015
Luogo: Galleria Libreria Einaudi
Indirizzo: corso Vittorio Emanuele II, 19 –MANTOVAMantova